MUSULMANI LAICI

Il Forum dei Musulmani laici, per i diritti della donna e la libertà religiosa

La popolazione europea, per come l’abbiamo conosciuta per intere generazioni, è finita. 
La società del nostro continente – con le sue piazze e i suoi mercati, le sue lingue e le sue abitudini, le scuole e gli ospedali, i suoni, i vestiti, i colori, le fabbriche e le campagne – non sarà mai più quella vissuta dai nostri genitori e da chi li ha preceduti.

 

Tutto in Europa sta cambiando perché è tutto a cambiare per sempre l’Europa: la demografia, le migrazioni, l’economia globale, la recessione, la trasformazione della produzione e del lavoro, i nuovi commerci, il tramonto dello stato sociale, la durata della vita, la tecnologia e la scienza, la famiglia, la formazione, l’informazione .

 

Può resistere l’Europa che abbiamo conosciuto, con i suoi valori che ne sono l’essenza e ne costituiscono l’identità, a questo grande cambiamento? La risposta non c’è . L’ Europa è fragile, come forse mai.
Quali nuovi principii, quali regole, quale diritto positivo possono allora costituire le colonne portanti di una nuova convivenza di pace in Europa ?
Noi Musulmani laici , ma anche noi laici non musulmani , noi credenti nelle fedi altre che sono le nostre, questa nuova convivenza la vogliamo costruire alzando le due bandiere che sono più che mai attuali per questa Europa e per il mondo globale : la bandiera della libertà religiosa e la bandiera dei diritti della persona. L’intangibilità vera tanto della propria fede che del proprio corpo, e in particolare il diritto inalienabile della donna ad essere persona e cittadina senza più subire alcuna violenza o discriminazione nella società europea, fuori e dentro ogni comunità ispirata a valori religiosi.

 

Il Forum dei Musulmani laici chiederà il rispetto attivo, insuperabile di tutte le fedi, delle diversità di fede e di opinione religiosa, dello Stato laico che di tale libertà è il garante, in nome di un’Europa dove ogni luogo di culto, ogni comunità ispirata a valori religiosi, ogni azione condotta nel nome di una fede dovranno fondarsi sul rispetto delle diverse fedi che convivono nel continente ed essere trasparenti nella loro organizzazione, nei loro finanziamenti, nell’esercizio della loro predicazione.

 

Libertà religiosa sarà per noi fermo contrasto, lotta, fine dell’integralismo che fa strage di religione prima che di vite umane, fine della persecuzione degli islamici non integralisti, dei cristiani, degli ebrei, dei buddhisti, dei fedeli così spesso violati nella propria identità religiosa, privati dei diritti civili e della stessa vita.

 

Il Forum dei Musulmani laici non nasce per creare muri ma ponti , nella consapevolezza e nella chiarezza che gli atti umanitari così come le relazioni fra paesi partner, la cooperazione e il sostegno allo sviluppo impongono anche l’affermazione di precisi principii e regole rispettate , condizioni imprescindibili di ogni dialogo e di ogni società aperta.
Ecco perché noi Musulmani laici – insieme a quanti condividono i nostri principi – vogliamo lanciare una campagna civile e di opinione per fare di Roma la città e il simbolo di una nuova, più forte , più salda e universale libertà religiosa. Ecco perché vogliamo unirci e mobilitarci per convocare a Roma il prossimo autunno un forum internazionale tanto autorevole quanto pragmatico , per istituire un centro permanente capace di assistere, di vigilare, se necessario di denunciare , di intervenire, di agire per affermare questi valori.
Grazie se vorrai unirti a noi, contribuendo con il tuo tempo e il tuo denaro agli obiettivi comuni. Potremo, insieme, meglio promuovere una campagna rivolta a tutte le forze politiche europee, ai parlamentari europei e nazionali, e anche a quanti sulle sponde non europee del Mediterraneo vorranno dialogare con noi.

News