Trump, la Germania è prigioniera della Russia

Oggi a Bruxelles un vertice della Nato in cui Trump chiede ai partner di aumentare i loro contributi finanziari. La spesa militare degli Usa rappresenta oltre i due terzi del totale della Nato. Nel vertice Nato del 2014, in Galles, gli alleati si erano impegnati a portare la loro spesa militare al 2% del Pil nazionale per il 2024, come richiesto dagli Usa. Dei 29 membri, solo otto raggiungeranno tale obiettivo entro il 2018, secondo stime della stessa Nato. Trump: “la Germania è prigioniera della Russia sull’energia e poi noi dovremmo proteggerla dalla Russia, ce lo spieghi”.

Secondo Bloomberg, Trump sta per annunciare una nuova lista di prodotti cinesi da tassare, questa volta al 10 per cento, per un valore complessivo enorme, di circa 200 miliardi di dollari. Dazi che, se confermati nelle prossime settimane, andrebbero dunque ad aggiungersi alle tariffe del 25 per cento imposte da Washington su 34 miliardi di importazioni cinesi entrate in vigore venerdì scorso. Affondo al quale subito dopo la Cina ha risposto tassando 545 prodotti americani, quasi tutti agricoli.  Se i dazi precedentemente imposti dagli americani riguardavano quasi esclusivamente prodotti industriali, giustificati anche con una guerra dei brevetti che di fatto la Cina costringeva a cedere, il nuovo elenco mira a tassare il mercato alimentare: e comprenderebbe infatti frutti di mare, verdura, frutta, cereali e tabacco.

Tensioni nel governo. Di Maio; “inimmaginabile chiudere a nave italiana”. Trenta: “Mediterraneo mare aperto. La parola accoglienza è bella”. Salvini: “la Trenta non presente al vertice. Il governo parla con una voce sola”.

Salvini a Mosca per la finale dei Mondiali, ma non vedrà Putin.

A Napoli il ministro della Salute Giulia Grillo ha subito un tentativo di aggressione da parte di un uomo al suo ingresso nell’ospedale del Mare. L’uomo si è scagliato improvvisamente verso il ministro ed è stato bloccato dagli uomini della scorta.

Savona insiste sull’uscita dall’euro: “Bisogna essere pronti a ogni evento, potrebbero essere altri a decidere”. “Di Maio: “nessuno pensa di uscire dall’euro”. Padoan: “se un ministro di un governo dice che sta pensando a un piano B e che questo implica l’uscita dall’euro, questa è una affermazione che viene vagliata con molta attenzione, dai mercati in primo luogo”.

Secondo un sondaggio, vorrebbe uscire dall’euro un quarto degli italiani.

Per Patuelli dell’Abi se l’Italia non partecipa di più all’Ue “fa la fine dell’Argentina”.

I ragazzi salvati dalla grotta stanno bene, ma hanno perso due chili.

Almeno 13 persone sono morte e oltre 50 sono rimaste ferite in un attacco suicida avvenuto ieri sera a Peshawar, in Pakistan, durante un comizio. Tra loro anche Haroon Bilour, un leader dell’Anp, partito nazionalista pashtun.