Salvini: “Agli Interni uno di noi per garantire la difesa dei confini”

Salvini: “oggi dovremmo chiudere”. “Non devo fare il premier, ma agli Interni uno di noi per garantire la difesa dei confini”. “Se necessario io e Salvini fuori dalla squadra”.

La Borsa di Milano è caduta del 2,2%.

Per il processo Ruby ter, Berlusconi e Apicella rinviati a giudizio a Roma. Secondo l’accusa, il leader di Forza Italia avrebbe versato 157 mila euro al cantante per indurlo a non dire il vero nel processo sul caso “Olgettine” e su quanto avveniva a Villa San Martino.

Travaglio a La7: “Berlusconi era un delinquente e un delinquente rimane”. Sallusti: “allora Travaglio è un diffamatore e un diffamatore rimane dato che è stato condannato sia in Europa che in Italia”.

La Commissione Ue vuole trasformare dal 2021 il nuovo Fondo sociale europeo (Fse) in uno strumento per stimolare e sostenere le riforme strutturali richieste ai singoli Paesi e affidare principalmente ai governi e non più a regioni ed enti locali la gestione delle risorse comunitarie destinate alle politiche sociali e occupazionali. È quanto emerge dalla bozza di regolamento del nuovo fondo che sarà presentata dall’esecutivo a fine maggio.

Secondo l’Opac il gas cloro è stato “probabilmente” usato in un attacco avvenuto in Siria in febbraio nella città di Saraqeb, nella provincia nord-occidentale di Idlib. Non viene però indicato il possibile responsabile.

Secondo il Guardian, Rafael Correa da presidente dell’Ecuador avrebbe speso 5 milioni di dollari per creare un sistema di spionaggio per proteggere e assistere Assange rifugiato nell’ambasciata ecuadoriana a Londra.

Re Felipe VI ha firmato il decreto di nomina del nuovo presidente della Catalogna Quim Torra, eletto lunedì dal Parlament di Barcellona. La nomina deve essere pubblicata oggi sulle gazzette ufficiali di Spagna e Catalogna, consentendo così l’effettiva assunzione dell’incarico da parte del leader catalano, che a breve deve annunciare la composizione del nuovo Govern. Il decreto è controfirmato dal premier spagnolo Mariano Rajoy.

L’Unione Europea ha protestato per la cerimonia con cui Putin ha inaugurato il colossale e controverso ponte sullo stretto di Kerch, che collega la Crimea alla Russia, guidando personalmente un camion “Kamaz”, alla testa di un corteo di 36 mezzi pesanti. Ha la patente speciale da una ventina d’anni, ha fatto sapere il Cremlino. Il ponte ha aperto ai veicoli oggi, con sei mesi di anticipo rispetto alle scadenze, mentre l’inaugurazione della parte dedicata al traffico ferroviario è in programma tra un anno. Con 19 chilometri, ha il primato di ponte più lungo d’Europa. Una maniera simbolica di sancire la potenza della Russia, ma anche l’irreversibilità del suo controllo sulla penisola ucraina annessa nel 2014. Per sottolinearlo, montando sul veicolo, Putin ha citato niente di meno che l’esclamazione di Jurij Gagarin prima dello storico volo nello spazio: “Poekhali”, “Andiamo!”. Kiev protesta. Per Federica Mogherini si tratta “dell’ennesima violazione dell’integrità territoriale dell’Ucraina”.

Allarme del governo croato: 60.000 richiedenti asilo stanno percorrendo una nuova rotta Balcanica e sono pronte a entrare in Europa.

Quattro uomini armati di spada hanno attaccato un posto di blocco vicino a una stazione provinciale di polizia nella città indonesiana di Pekanbaru, sull’isola di Sumatra. Un poliziotto è stato ucciso dopo essere stato investito da un veicolo, mentre altri due hanno riportato ferite da arma da taglio. L’attacco non è stato ancora rivendicato.