Salvini: “Pronti a ignorare il tetto del 3% se serve alla nostra gente”

Salvini in conferenza stampa al Parlamento Europeo: “mai nella vita al governo con Renzi. Pronti a ignorare il tetto del 3% se serve alla nostra gente. L’Euro è una moneta sbagliata, ma è impossibile l’uscita solitaria dell’Italia”.

Graziano Delrio si dice disponibile nel caso in cui Sergio Mattarella chiedesse alle forze politiche – Pd compreso – un governo di scopo. Ma poi si corregge: “le mie parole sono state travisate”.

La Corte dei Conti indaga sul caso della compravendita di senatori che vede protagonisti Silvio Berlusconi e l’ex senatore Sergio De Gregorio e che portò alla caduta del governo di Romano Prodi. I magistrati contabili hanno aperto un fascicolo sui tre milioni di euro finiti nel conto del movimento di De Gregorio. Berlusconi potrebbe dover pagare di tasca sua per il danno d’immagine subito dallo Stato.

La procuratrice generale brasiliana Raquel Dodge decide che il visto permanente concesso a Cesare Battisti da Lula non è irrevocabile e che la decisione sull’estradizione di Cesare Battisti è nelle mani del presidente Michel Temer.

Trump caccia il segretario di Stato Rex Tillerson. Al suo posto il direttore della Cia Mike Pompeo. Secondo media Usa, Tillerson ieri si era espresso duramente riguardo all’avvelenamento dell’ex spia russa Sergei Skripal e di sua figlia Yulia Skripal avvenuto in Inghilterra, dicendo che era probabilmente colpa della Russia “irresponsabile forza di instabilità nel mondo”, perché sapeva già che stava per essere licenziato.

“La Russia è innocente e pronta a collaborare all’inchiesta sull’avvelenamento della ex spia russa Sergey Skripal e della figlia, se il Regno Unito rispetterà i suoi obblighi internazionali”, dice il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov in conferenza stampa. Ieri la prima ministra britannica Theresa May aveva dato tempo a Mosca sino alla mezzanotte di oggi per dare spiegazioni sull’avvelenamento, in assenza delle quali Londra ha promesso ritorsioni. Lavrov ha sottolineato che Mosca ha “inviato una richiesta ufficiale di accesso a questo composto in modo che i nostri esperti possano testarlo in conformità con la Convenzione sulle armi chimiche”. Finora, “la richiesta è stata ignorata” dalla parte britannica. “Invece di lanciare ultimatum Londra dovrebbe rispettare i suoi obblighi internazionali”. Intanto, il ministero degli esteri russo ha convocato l’ambasciatore britannico a Mosca.

La polizia e i servizi segreti dell’MI5 compiranno nuovi accertamenti sulla morte negli ultimi anni nel Regno Unito di 14 persone, russe o legate in qualche modo alla Russia, sulle cui circostanze sono stati in passato sollevati dubbi. Lo ha annunciato la ministra Amber Rudd, rovesciando il ‘no’ del governo ribadito fino a ieri. Fra i fascicoli, chiusi a suo tempo come non sospetti, quello relativo al chiacchierato oligarca Boris Berezovski, morto in Inghilterra dopo essere entrato in rotta di collisione con Vladimir Putin.

Sull’attentato al primo ministro Rami al-Hamdallah in visita a Gaza l’Autorità Nazionale Palestinese oltre ad Hamas accusa varie potenze straniere, tra cui Iran e Turchia.

Sulla questione curda la Turchia minaccia la rottura con gli Stati Uniti.

Almeno 10 soldati yemeniti sono stati uccisi in un attentato suicida, rivendicato dall’Isis, ad Aden.