GRILLO SCONFITTO E FERMATO IN SICILIA . VITTORIA, VITTORIA, VITTORIA


Poi verranno i dati delle Liste, degli schieramenti e dei candidati. Ma stiamo intanto ai fatti, anzi al Fatto nudo e crudo. Dopo un anno di campagna elettorale in ogni angolo dell’Isola, Grillo e i suoi ripartono da Palermo battuti, senza in testa la Corona di Vicere di Sicilia e senza alcun tappeto rosso steso dinnanzi a loro per la conquista di Palazzo Chigi. 
Sta al 27%, Grillo con la sua lista. Punto.
E non ci stancheremo mai di ringraziare per questo quanti – sporcandosi le mani, facendosi offendere, irridere e maltrattare – hanno avuto l’onore e l’onere di votare e appoggiare non il candidato Berlusconi bensì il candidato Musumeci; hanno avuto il coraggio e la forza di fare altro anzichè fischiettare, stare a casa, fare i Ponzio Pilato. Se era per loro questa sera Grillo aveva spalancate le porte di Roma . Grazie a chi ha scelto come noi, Grillo in Sicilia ha perso. Grillo in Sicilia è stato fermato.

(Giovanni Negri)